INGRESSO GRATUITO

 

BLUESACCO

FESTIVAL

 

XI EDIZIONE

22 GIUGNO 2019

 

Piazza della Repubblica

 

Ponsacco (PI)


DALLE 19.00

  • b-facebook
  • Twitter Round
BLUESACCO FESTIVALcanva.jpg

PROGRAMMA

SABATO 22 GIUGNO

sdm - 26 luglio 2018 - raffaella vismara

TOLO MARTON

"Nel corso del tempo tutta la musica che Tolo ha incontrato s’è organizzata in un linguaggio personale, fuori da ogni catalogazione. Non c’è rock, jazz, blues, non c’è il Jimi Hendrix Award.

C’è Tolo Marton che ha dominato tutti gli stili che ha ascoltato fino a costruirne uno proprio.
Ancora una volta la definizione di chitarrista virtuoso, per cui Tolo è conosciuto davvero dappertutto, sfuma progressivamente verso una diffusa considerazione di musicista a tuttotondo, ottenuta dal percorrere molte vie musicali, atte ad ottenere una propria visione del mondo e delle sei corde” (Giorgia Garofalo, 2015)


Chitarrista compositore trevigiano,Tolo Marton porta avanti una lunghissima carriera nell' ambito della musica di ispirazione anglo-americana.
“ Non posso fare a meno di pensare che se c’è un chitarrista in Italia che meriti l’appellativo di Guitar Hero, questo chitarrista si chiama Tolo Marton” (detto dal critico americano Tom Branson : http://www.bluesrockers.ws/tolomarton.html ).
“Tolo per l’Italia è un patrimonio nazionale!” (detto da Roger Glover, bassista dei Deep Purple)
“Chitarrista fenomenale!” (Bobby Whitlock,tastierista e compositore dei leggendari Derek and the Dominos)
"il più intelligente e dotato chitarrista rock che l' Italia abbia mai avuto” (Paolo Vites, Jam 1999).
Dopo averlo sentito suonare, sono tornata a vederlo ogni volta che poteVO" (Sharon Jones, Austin Arena Magazine,Texas, aprile 1995).
Per la sua composizione Alpine Valley e l’interpretazione di Red house, è stato premiato nel ’98 in America dal padre di Jimi Hendrix, il più grande genio della chitarra elettrica mai esistito.


Nel marzo 2002 inizia la collaborazione con il batterista dei Deep Purple Ian Paice ed il tastierista, sempre dei Deep Purple, Don Airey.
La sua particolarissima versione di “All along the watchtower” è stata scelta per essere inclusa in una compilation di artisti internazionali curata dalla BMG di brani di Bob Dylan, uscita nel 2003.
Nel 2009 esce il doppio CD “REPRINTS”, ovvero le ristampe dei primi 3 vinili di Tolo.
Nell’autunno 2010 Marton si ricongiunge per attività concertistica con Aldo Tagliapietra e Tony Pagliuca (ex-componenti storici delle Orme, gruppo Prog con cui aveva inciso l’Album “Smogmagica” a Los Angeles nel ‘75), per una breve reunion che li vede suonare al ProgExhibition a Roma .
Nel 2012 Tolo inizia una collaborazione anche con Roger Glover, il grande bassista dei Deep Purple, con il quale suona in concerto in teatro a Mestre, con grandissimo successo.
Nella primavera del 2015 Tolo torna a Austin (Texas) per un nuovo tour. Durante la sua permanenza viene invitato a suonare e registrare con Bobby Whitlock, il tastierista e compositore dei leggendari
Derek and the Dominos, di cui facevano parte Eric Clapton e Duan Almann.
In dicembre 2016 esce l’ultimo disco di Tolo. Si intitola My cup of music, un lavora nuovo e diversissimo da tutti gli album precedenti. Quasi interamente strumentale, è stato realizzato in un anno e mezzo. La durata è di circa 65 minuti e contiene 18 brani, di cui una sola cover. I brani sono divisi in tre sezioni: Fantasy Cup, Sentimental Cup, Misterious Cup.


"My Cup of music parla al cuore di ognuno, è alla portata di tutti, sincero, arioso, leggero, vero; potenti le sinestesie che fa nascere" (Dani Zara)


"La musica non è molto diversa dalla vita. Come nel vissuto, ci sono attimi di felicità, incertezza, serenità, angoscia, mistero, dubbio, relax, dèmoni, imprevisti… ecco, mentre tutto è calmo e si sta gustando una situazione ideale, può capitare qualcosa che cambia tutto in pochi istanti. Non l’avevamo previsto. E’ così che immagino la musica" (Tolo Marton)

TOLO MARTON
Il genere musicale di Marton si potrebbe definire Classic Rock, quella musica che verso la fine degli anni 60 rivoluzionò la scena musicale, e che continua ad essere apprezzata e suonata anche dalle nuove generazioni di musicisti. Ma il repertorio si basa su brani originali, dove si rincorrono linguaggi rock, blues, country, psichedelia, melodia e silenzi.
Per concludere questa presentazione prendiamo a prestito una frase di Daniela Bonanni tratta dal suo libro “Spazio Musica Spazio Bruno”: “Tolo, da sempre fedele alla linea. Una linea dettata dal suo grande talento, dalla sua ispirazione e dalla sua passione per la musica. Fedele alle sue origini di musicista rigoroso, coerente, mai appagato e da sempre estraneo alla logica del music bussiness. Tolo non ha mai amato ripetersi: ogni volta per lui è una sfida, una continua e affascinante ricerca. Mai un concerto uguale all’altro, come se fosse sempre la prima volta. Tolo è Tolo”




Line-up:
CHITARRA E VOCE —TOLO MARTON
BASSO—RITA GIRELLI
BATTERIA—CRISTIANO SCHIABELLO

 

REVEREND AND THE LADY

Mauro Ferrarese è conosciuto e apprezzato dal pubblico come chitarrista acustico di musica “pre war” blues e gospel, nonché come autore di brani autografi e Alessandra Cecala per i progetti come “front woman” cantante e contrabbassista e le numerose collaborazioni in qualità di bassista.
I due accompagnati da Andrea Melani alla batteria proporranno brani originali e una rivisitazione di un eterogeneo repertorio di musica popolare nata tra gli anni ‘20 e gli anni ‘40 del sud degli Stati Uniti.
Si spazia quindi dal country blues alla musica old time, passando per il blues più “urbano” delle cantanti dell’epoca,
dalle ballads e dagli spirituals.

Mauro Ferrarese: voce & chitarre
Alessandra Cecala: voce & contrabbasso.

 

00100D5T.jpeg

FABRIZIO BEZZINI


Appassionato ascoltatore, ricercatore e suonatore di country blues si innamora in particolare del Piedmont blues mentre frequenta l'Università di Bologna dove si laurea in Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo. Nel 2007 durante un viaggio di 70 giorni coast to coast per gli Stati Uniti ha la fortuna di vedere e sentire suonare leggende come Doc Watson e Earl Scruggs. Tornato in Italia inizia a suonare country blues acustico per le strade di Bologna con il duo “Lazy Step” (in coppia con Flavio Cipriano, armonica e voce) con cui pubblica un cd nel 2008 (“Blues in the kitchen”). Il duo partendo da Piazza Maggiore riesce ad ottenere apprezzamenti dalla critica (“Il Blues”, “Jam”, “Bluestime”) e viene invitato a numerosi blues festival, aprire i concerti di Bob Margolin e Lynwood Slim fino ad arrivare alla finale italiana dell' International Blues Challenge.

Nel 2011 pubblica
il primo cd italiano di solo banjo in stile “clawhammer” intitolato “It's only old time banjo...but I like it” e decide di suonare esclusivamente in strada e viaggiare per il mondo (riesce a suonare in 3 continenti, Europa, Canada/Usa, Australia).
Nel 2015 ritorna a Firenze dove ottiene un permesso come musicista-artista di strada “permanente”, inizia a cantare e nel 2017 pubblica il cd “Roots Flavour”, che raccoglie una selezione di country blues suonato e cantato con banjo e chitarra. Nello stesso anno collabora con Simone
Baggiani alla realizzazione del cd di musica tradizionale per chitarra slide “Hawaiian Tapes”. Dal 2008 si guadagna da vivere suonando principalmente in strada cercando di mantenere in vita questa tradizione nata proprio dalla strada.

DISCOGRAFIA:
“Blues in the Kitchen”, 2008, Lazy Step
“It's only old time banjo...but I like it” 2011
“Roots Flavour” 2017
“Hawaiian Tapes” 2017, con Simone Baggiani.

 

gianni.jpg
Bez-7b.jpg

GIANNI MASSARUTTO

Partecipa a Workshop di armonica a Trossingen (Germania) e Bristol (UK) e prende lezioni private con Howard Levy a Chicago.

In seguito alle sue esperienze accumulate durante i workshop internazionali tiene a sua volta workshop sulle varie tecniche e stili dell’armonica e sulla manutenzione e partecipa come musicista con vari gruppi in diversi festival blues e dell’armonica.
Castelfranco blues festival, Pordenone Blues Festival e Blues tra gli Ulivi di Fiesole (Firenze), Delta blues (Rovigo), Blues&Roots festival Parma harmonica Meeting : Milano armonica festival, Rimini armonica Meeting, National
Harmonica League, Bristol (Inghilterra), Avsenik Harmonica Festival di Begunje (Slovenia), Harmonica Meeting Helmond (Olanda) e Parnu Harmonica Festival (Estonia).
Attore e musicista nello spettacolo teatrale “Amatissima” tratto dal romanzo premio oscar Toni Morrison, con la scuola sperimentale dell’attore di Pordenone Collabora come musicista con la Compagnia “oltre l’invisibile” di Pordenone in diversi spettacoli di Danceability, danza con persone diversamente abili.
Nel 2014 partecipa con Marco Naffis all’International Blues Challenge a Memphis, esperienza che gli darà la possibilità di fare un passaggio televisivo a Channel 3 e registrare a Clarcksdale il primo cd del duo Naffis&Massarutto.
Nel 2015 con il gruppo di armoniche gli “Armonauti” vince il primo premio del Li Ucci music contest di Cutrofiano(Lecce) concorso nazionale dedicato alla musica Folk.
Nel 2016 con gli Armonauti partecipa all’Asian Pacific Harmonica festival di Taipei (Taiwan).
Nel 2016 con gli Armonauti suona alla “Notte della Taranta” festival Folk che si tiene a Melpignano (Lecce) con maestra concertatrice Carmen Consoli.

 

ev band - eleonora vecchio

Inizia ad esibirsi in pubblico all’età di 16 anni con serate di piano bar nei locali della Sicilia. Tornata poi in Toscana, si approccia alla musica live esibendosi in duo acustico nei pub e ristoranti della provincia di Pisa e Livorno e contemporaneamente con un’orchestra revival ’70 nelle balere della Toscana.
Partecipa a numerosi spettacoli teatrali, cantati e non, tra i quali il musical “Hairspray” nel ruolo della protagonista Tracy con Graziano Salvadori nel ruolo della mamma. Nel 2008 entra a far parte del Jubilation Gospel Choir di Livorno, diventando da subito solista, grazie al quale oltrepassa i confini toscani e si esibisce in concerti in tutta Italia.
Sempre dal 2008 si è dedicata allo studio del canto tecnico e della teoria musicale e si è specializzata nell’animazione insieme al cantante e attore Luca Micheletti (Castrocaro 2014) con il quale organizza eventi di “animazione teatrale”, con scenette comiche dove vengono mixate le arti della recitazione, del canto e della danza.
Ha all’attivo numerose collaborazioni con Dj di tutta italia con il nome d'arte EleNoire e ha firmato un contratto di un anno di collaborazione con la King Street Sounds, una delle più grandi label discografiche americane per ciò che riguarda il mondo della House Music.
Ad agosto 2014 ha vinto il concorso canoro “Una Rotonda nel Blu” che le ha permesso di partecipare alle semifinali di Castrocaro 2015.
Nel Luglio 2016, rappresenta l'Italia al Festival Internazionale Slavianski Bazaar in Vitebsk (Bielorussia), classificandosi seconda.
Mentre porta avanti i suoi progetti live, tra i quali spiccano i Mes's Acoustic Trio, i Lust 4 Soul e gli Acid Queen (tributo a Tina Turner), continua a lavorare ai suoi progetti che la vede come interprete e autrice di brani inediti: il 10 Ottobre 2016 viene ufficializzata l'uscita del suo inedito "Amati se vuoi", acquistabile su I-Tunes.
A Novembre 2016, al Kaunas Talent in Lituania, si classifica seconda in mezzo altri 70 concorrenti provenienti da tutta Europa, sempre rappresentando l'Italia.
Il 2017 è una anno pieno di soddisfazioni: a giugno vince il Gran Prix al Carpathia Festival in Polonia, con il brano inedito "L'amore non dipende" di Francesco Colasanto. A Settembre vince altri due Gran Prix, rispettivamente in Bulgaria ed Estonia. A Novembre torna in Lituania, dove vince il primo premio di categoria e porta a casa anche il Gran Prix.
Dopo 16 anni di carriera, Eleonora decide di portare in giro alcune delle canzoni della musica internazionale ed italiana con il suo progetto personale Eleonora Vecchio Band: accompagnata da musicisti professionisti, il repertorio prevede alcune delle canzoni più significative della sua esperienza con l’aggiunta di brani inediti e riarrangiamenti creati con i maestri che la accompagnano in quest’avventura.

 

image1.jpeg

Eleonora Vecchio – Voce
Marco Susini – Tastiere
Fabrizio Brilli – Chitarra
Fabio DiTanno – Basso
Allessandro Brilli - Batteria

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now